Adagio urbano di Teresa Monestiroli

Adagio urbano Autore Teresa Monestiroli

ami libri sul genere salute per passare il tempo sul divano, mi sbaglio? finalmente nel sito adatto! Leggi “Adagio urbano” che ha come autore Teresa Monestiroli. Tra i libri consigliati per libri salute consiglio di iniziare a leggerti Adagio urbano.

libro Adagio urbanoAdagio urbanoPrezzo non disponibileLeggi le recensioni

Commenti e trama del libro “Adagio urbano” di Compositori

1. Genere libro “Adagio urbano” (salute, famiglia e benessere personale)

La tipologia è salute, raccomandato per chi è appassionato del genere di libri famiglia e suggerito per chi è appassionato della tipologia di libri benessere personale.

2. Descrizionee scheda tecnica “Adagio urbano”

“Adagio urbano”, di Teresa Monestiroli, è un libro ideale per chi ama il genere di libro salute, e quelli che leggono spesso salute. Comunque questo libro può essere letto inoltre da lettori a cui piace leggere il genere libri famiglia e il genere di libri benessere personale. Ecco alcuni dettagli su “Adagio urbano”: è un libro del 2014. Edizione di Compositori. L’EAN è 9788877948366. “Adagio urbano” è un libro di media lunghezza è infatti di 119 pagine.

libro Adagio urbanoAdagio urbanoPrezzo non disponibileLeggi le recensioni
Ecco la scheda tecnica del libro:

  • Anno di pubblicazione: 2014
  • Editore: Compositori
  • EAN: 9788877948366
  • Libro di pagine: 119 pagine
libro Adagio urbanoAdagio urbanoPrezzo non disponibileLeggi le recensioni

3. Trama e riassunto de “Adagio urbano”

Ecco una trama del libro “Adagio urbano”:

Invece di sognare vite alternative che non faremo mai o giornate lunghe trenta ore per recuperare tutto quello che lasciamo indietro, perché non proviamo semplicemente a rallentare? Fare il famoso downshifting non significa necessariamente rinunciare a tutto per trasferirsi in campagna: è possibile scalare la marcia anche nella propria vita, continuando ad abitare in una grande città e magari perfino a lavorare tanto. Per farlo bisogna imparare ad andare più lentamente, godendosi piccole pause urbane come camminare senza meta, pedalare, coltivare l’orto, spegnere il cellulare mezza giornata, bere un caffè seduti al tavolo. Non è facile, ma alla portata di tutti: basta cambiare punto di vista e fare molta pratica. In queste pagine diverse esperienze di vita si incrociano lungo le strade di una metropoli contemporanea, svelando modi in cui ognuno può concedersi il lusso di perdere tempo, prendere fiato e cambiare passo. Fino a ritrovare il proprio.

Leave a Reply